Archeologia Musico-Editoriale.

Pubblicato: gennaio 24, 2010 in Generale
Tag:,

Oggi, visto che è domenica, ho rovistato nella mia mansarda dove di solito ripongo le cose che non utilizzo più o che non ritengo più utili. Tra le molte cose che ho messo in questo spazio della casa, oggi mi sono soffermato nella grande libreria al centro della stanza ed in uno dei suoi scaffali ho ritrovato il primo numero di una delle riviste che secondo me hanno fatto la storia del “musicista basista” in Italia; Midi Songs della Milano Publishing.
Mi ricordo che acquistai questa rivista per la prima volta alla fiera degli strumenti musicali di Pesaro e che l’idea di una rivista con basi MIDI annese, mi piacque immediatamente. La rivista, oltre al dischetto da 720kb (e pensare che oggi c’è chi si lamenta che 40 Gb di HD non sono più sufficienti!!) conteneva una serie di articoli interessanti tra cui una ottima introduzione all’uso delle basi Midi di Diego Meozzi.

Introduzione Alle Basi MIDI

Vi ricordate quali strumenti musicali la facevano da padroni sul mercato e quali erano le novità nel 1993?
Sulla copertina, era riportata la foto del Farfisa F1.
Qualcuno se la ricorda?
Questo era un bel progetto della allora ancora viva FARFISA.
Era una tastiera abbastanza ben congeniata con una generazione sonora interamente sviluppata dai laboratori di ricerca e sviluppo del gruppo.
Io mi ricordo che era comunque molto ingombrante e che per alcuni aspetti ricordava un po un organo elettronico.
In quegli anni andavano molto forte anche le tastiere Roland e GEM.
Chi non si ricorda la mitica Ws2 o la successiva Wx2.
Rileggendo gli articoli contenuti nella rivista, si trovano le recensioni di altri strumenti molto importatnti per il mercato musicale come il Roland Sound Canvas Sc55, lo Yamaha TG100 o anche il Korg 03R/W.
Questi sono stati sicuramente i tre moduli sonori più utilizzati dai “basisti” MIDI dell’epoca.

Come grande novità dell’anno si citava il Sony Mini Disc.
E come dargli torto!

Nell’ultima pagine della rivista ( la terza di copertia) c’era una pubblicità dell’antenato dell’antenato dell’antenato del MidJay, qualcuo se lo ricorda?

Solton FD1

Per oggi questo tuffo nostalgico nel passato e finito.
Ricordo con piacevole nostalgia quando ancora eravamo dei “pischelli” e ci divertivamo a programmare le nostre basi con i rudimentali sequencer dell’epoca.
La differenza tra passato e futuro è che il passato è passato, mentre il futuro è ancora tutto da scrivere tra le nostre mani.
Siamo noi che ne determiniamo i contenuti e le scelte di oggi, frutto delle esperienze di ieri, saranno le basi per il nostro domani.
Mamma che filosofo!
Ciao a tutti.

commenti
  1. Chio scrive:

    Buongiorno!
    E chi non si ricorda di Midi Song?
    Io cominciai proprio con un expander GM WX e poi passai alla tastiera WX2…
    Le mie prime registrazioni le feci con il minidisc.. direttamente live nelle serate… Poi scoprii anche la rivista, che tra l’altro non arrivava sempre tutti i mesi nell’edicola del mio paese… non potevo utilizzare i midi allegati perchè GM li aveva abbastanza proprietari (poi qualche anno dopo capii come importarli nell’expander… eheheheh)… facevo la guerra con i floppy che si smagnetizzavano di continuo ignaro della diffusione dei primi cellulari…

    Comunque ricordo bene la rivista… articoli ben fatti .. sia di tecnica che di prove sulle ultime novità uscite…

    Ne ho fatte di prove e prove, con diverse soluzioni… ma quando ho poi incontrato Midjay… è stato amore a prima vista…

    Grazie per il tuo articolo.. mi è tornata un pò di nostalgia di quegli anni.. eheheh

    • Grazie……
      A volte mi piace naufragare nei ricordi, soprattutto quando sono dei bei ricordi!
      Il MidJay è una bella macchina… anche io me ne sono innamorato a prima vista!
      Oggi inizia a sentire il peso dei sui anni ma resta sempre un’ottima macchina.

  2. MiliteSannita scrive:

    Salve, Mi occorre la lista delle basi musicali della rivista MIDISONGS….altrimenti non riesco a localizzare i files midi in mio possesso. Per caso sapete dove posso reperirla?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...