Una questione di tatto!

Esistono sul mercato molti software e diversi moduli sonori che riproducono più o meno fedelmente il sound di in organo elettromagnetico reale. Molti di questi prodotti dispongono di patch già pronte o memorizzabili dall’utente, interfacce grafiche accattivanti e che riproducono fedelmente il look di un vero organo ma, quando si tenda utilizzarne uno dal vivo, su di un palco o anche all’interno di uno studio di registrazione, si è costretti il più delle volte, ad intervenire sui suoni e sulle funzioni dello strumento a colpi di mouse o effettuando ripetute e molteplici pressioni sui tasti e tastini dei pannelli di controllo.
In questo tipo di approccio, la prima cosa che viene ovviamente a mancare, è il tipico feeling organistico e la possibilità di poter plasmare il suono in tempo reale utilizzando dei veri e propri drawbars e pulsanti reali come si farebbe su di un vero organo elettromagnetico. Continua a leggere

Scandisk … “famolo strano!”

Anche se l’utility ScanDisk fornita con i sistemi Windows XP e similari è molto comoda e semplice da utilizzare, con essa non riusciamo mai a valutare quali e quanti file sono stati analizzati e quanti tra loro sono risultati corrotti o rovinati.
A volte tornare alle origini può essere una buona abitudine e di tanto in tanto rispolverare la vecchia cara linea di comando può risultare utile e divertente.
In questo articolo tenterò di descrivere come effettuare un’analisi dello stato dei file contenuti in un  HD ( magari quello contenuto dentro al vostro MidJay o nella vostra Audya) e come tentare un eventuale ripristino dei file utilizzando la vecchia e gloriosa funzione DOS chiamata “CHKDSK“.

Continua a leggere