Programmatore fai da te!

Pubblicato: ottobre 12, 2011 in Computer Music, Linux, Software Musicali
Tag:, , ,

Ricevo di tanto in tanto da parte di alcuni lettori del blog, richieste di consigli e di aiuto su come sia possibile muovere i primi passi nella realizzazione piccole applicazioni o programmi in grado di gestire midifile, brani audio o più in genere da utilizzare in ambito musicale e multimediale.
Mi è venuto così in mente di realizzare una piccola guida ( ovviamente in più puntate e corredata di esempi ) su come iniziare e su come muovere i primi passi all’interno di quel mondo che va sotto il nome di informatica “musicale”.
Non vi spaventate subito, non è poi cosi difficile!
Non è necessario possedere una laurea in ingegneria aereo spaziale “multi-dimensionale”!
Certo se sperate di realizzare nel giro di pochi giorni un nuovo Cubase o un nuovo Sonar siete completamente fuori strada, ma vi assicuro che con un po di pazienza e d’impegno riuscirete a realizzare qualche piccolo applicativo di sicuro interesse senza grossa fatica.
Avanti tutta allora, con fiducia e speranza!

Da dove iniziare e gli attrezzi del mestiere.

Potremmo discutere ore ed ore su quale linguaggio utilizzare o su quali devono essere le nozioni e le conoscenze indispensabili per muovere i primi passi.
Non voglio farla lunga; voglio partire direttamente ed andare al soldo, dritti come uno sparo nel reperire le risorse e le conoscenze necessarie allo sviluppo dei nostri progetti.
Ci occorre ovviamente un PC,  con un sistema operativo ( Windows o Linux vanno bene entrambi)  in grado di connettersi alla rete.
Il linguaggio di programmazione sarà il C\C++; è il più diffuso e non è poi così complicato come dicono. L’ambiente di lavoro sarà un IDE multi piattaforma.
Di che cosa stiamo parlando?
Sono gli attrezzi del mestiere di ogni programmatore o aspirante tale.
Approfondiamo questi concetti nel prossimo paragrafo.

Il sistema operativo e le piattaforme “cross”.
Come ovviamente saprete, esistono vari sistemi operativi; c’è la famiglia Windows ( Xp, Seven, Windows 8 etc..) e c’è la famiglia Linux con tutte le sue distribuzioni ( Ubuntu, Red-Hat, Suse, etc..).
Ovviamente c’è anche il mondo Mac che è sempre più interessante dal punto di vista musicale per via dei suoi iPhone ed iPad.
L’ideale sarebbe poter realizzare dei software che possano essere utilizzati nei vari sistemi operativi.
Questa caratteristica viene identificata dalla parola : cross-platform.
Per realizzare un programma, semplice o complicato che sia, è indispensabile disporre di un ambiente di sviluppo composto da uno o più programmi con i quali definire un progetto e scrivere le istruzioni ed il codice del nostro programma e di una serie di strumenti( compilatori , linker etc..) che trasformi il tutto in  comandi ed istruzioni che il nostro PC sia in grado di capire ed eseguire.
Tutti questi elementi possono essere separati o raccolti all’interno di una singola applicazione o ambiente. Quando questo avviene si parla di IDE ovvero di una ambiente di sviluppo integrato nel quale è possibile scrivere, compilate testare il nostro programma.
Per Windows esistono degli ottimi IDE per lo sviluppo di software (Embarcadero Rad Studio o Microsoft Visual Studio ne sono degli esempi) ma oltre ad essere disponibili solamente a fronte di un pagamento delle relative licenze d’uso,  anche la peculiarità di non essere cross-platform, possono infatti realizzare software che gira prevalentemente ( o anche esclusivamente ) in ambiente Windows.

Strategia a costo “0”.

In questo tutorial, voglio seguire la strada del costo 0 ( ZERO ) ovvero, non voglio spendere neanche un solo euro per l’acquisto del sistema operativo e per i tools di sviluppo e voglio essere in grado di  rendere disponibile la mia applicazioni per più sistemi operativi  Linux,  Windows,  Mac  o anche per Synbian.
Viste le premesse, per costruire il mio ambiente di sviluppo non posso utilizzare Windows o un  Mac Os; entrambi sono a pagamento.
Linux è l’unico free.
Vada per Linux ed in particolare per l’ottima distribuzione desktop Ubuntu .
All’interno di questo ottimo ( direi stupendo se pensiamo che sia gratis ) sistema operativo esiste un IDE di ottima fattura in grado di cross-compilare il suo codice per gli altri sistemi operativi:
il Qt Creator.

Se ( come in molti casi avviene ) avete già  installato nel vostro PC un sistema Windows  e non volete cambiarlo ( io vi consiglio comunque di farlo ) non vi preoccupate,
il QT Creator funziona anche nel vostro sistema Windows;  è un  cross-platform!

Installiamo il Qt Creator.
Anche se esistono altre strade io consiglio di scaricare direttamente i file di installazione dal sito del produttore di Qt Creator che è la Nokia.


Andate sul sito http://qt.nokia.com/products/developer-tools/,
cliccate di Download, scegliete il vostro sistema operativo e scaricate l’installer.

Se avete Windows, tutto fila liscio, la procedura di installazione va avanti automatica sino al suo completamento.

Se siete sotto Ubuntu,  dovrete scaricare il file .run disponibile sul sito della Nokia.

Aprire la consolle.
– Andare nella cartella in cui avete salvato il file.
– Digitare sudo chmod +x Qt_SDK_Lin32_online_v1_1_3_en.run
– e successivamente ./Qt_SDK_Lin32_online_v1_1_3_en.run

questo avvierà l’installazione del framework.

Terminata l’installazione al primo avvio Qt Creator si presenta i tutto il suo splendore!

Capite subito, sin dalla prima schermata che si tratta di un tools molto interessante in grado di realizzare software per i più disparati ambienti e devices.

Per oggi ci fermiamo qui,
nella prossima puntata vediamo come impostare un piccolo progetto.

commenti
  1. Stefano Casotto scrive:

    Io ci provo…….
    Grazie Giorgio

  2. GianCarlo scrive:

    Ciao,

    mi complimento per come hai iniziato l’argomento.

    Vedremo le prossime puntate!!!

  3. marcello pisano scrive:

    prima di tutto grazie per il tuo prezioso impegno poi..
    ho scaricato e sto installando qt creator sotto windows seven 32 bit ..
    ahahah speriamo bene e grazieeeee ancora ..

    ciaoooooooooooo

  4. marcello pisano ( tarcello ) scrive:

    sono pronto a inizare il corso …ahahahahahhah
    grazie giorgio , questo e proprio un argomento importante ..
    ciaoooooooooooooooo

  5. Pierluigi scrive:

    giusto giusto ci sto passando un po’ di pre in questi gg!!

  6. danilo bughetti scrive:

    piacere di aver incontrato per caso le tue pagine Giorgio.
    Mi farebbe piacere poterti illustrare l’idea per la Tesi che sto presentando al corso di Management musicale a S. Cecilia.
    E’ possibile avere un contatto diretto privato? la mia mail puoi trovarla in questo annuncio e puoi trovarmi anche su facebook https://www.facebook.com/danilo.bughetti.
    Ti ringrazio, ti auguro una buona giornata

  7. […] Se volete sapere come compilare un programma con QtCreator seguite i precedenti post sull’argomento. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...