Dal “Best Natural Sound” al “SuperNATURAL Sound”.

Pubblicato: settembre 3, 2012 in Strumenti Musicali
Tag:, , ,

La Roland ha presentato un nuovo modulo sonoro chiamato INTEGRA-7, che ha l’aria e le caratteristiche ( almeno sulla carte )  per essere un’eccellente espander suoni dalle nuove ed interessanti caratteristiche.

Il dispositivo,  dall’ingombro di due unità rack, dispone di una generazione sonora denominata SuperNATURAL – Behavior Modeling in cui la Roland dichiara di aver abbattuto il confine tra strumenti acustici ed elettronici.
In base alla scheda tecnica possiamo sicuramente dire che lo strumento  da immediato accesso ad un numero considerevole di suoni e drum kit.
Dispone sia di nuove timbriche inedite sia di suoni provenienti dalle tastiere e dai moduli precedenti  (serie V-Drums, schede SRX etc..).

Interessante è il processore Motional Surround il quale consente di gestire la distanza e la posizione di ciascuna delle 16 parti dello strumento.

In sintesi le caratteristiche principali sono:

  • Modulo synth con più di 6000 suoni
  • Suoni SuperNATURAL e tecnologia Behavior Modeling per il massimo dell’espressività e del realismo nella riproduzione degli strumenti acustici
  • Potente generatore SuperNATURAL synth con suoni di stampo analogico e filtri vintage
  • Drum engine SuperNATURAL con tutta l’accuratezza dei moduli V-Drums
  • Raccolta completa di tutte 12 le schede SRX
  • Multieffetto ed EQ dedicato per ogni parte, COMP+EQ per la parte drums e parametri di ambiente per i drumkit SuperNATURAL
  • Innovativo motore Motional Surround a 17 parti con uscita stereo, cuffie e 5.1
  • Editor per iPad per INTEGRA 7 e Motional Surround ed editor VSTi per SONAR

Sul sito Roland Connect leggiamo “ a chi è consigliato lo strumento”:

In particolare Roland consiglia questo modulo per le produzioni professionali, per la realizzazione di jingle e colonne sonore veloci ( TV, Radio etc..) , per le scuole e per i musei,  le gallerie d’arte ed i planetari.

Mi incuriosisce due fatti:
Non sono presenti i musicisti che si esibiscono dal vivo ( forse sono sottintesi? ) e che si sia pensato ai musei e ai planetari.
Certo che, grazie al Motional Surround credo che si possano creare effetti e sonorizzazioni molto coinvolgenti adatti a suggestionare un vasto pubblicoma, secondo il mio modesto parere, questo è un tentativo ( non so quanto disperato) di allagare il più possibile il mercato di questi strumenti che, obbiettivamente, a causa della massiccia diffusione dei VST e degli strumenti virtuali, negli ultimi anni si è sempre di più ristretto sino a rendere quansi antieconomica la loro progettazione e la loro commercializzazione.
Non so a quanti planetari o quanti musei seva un generatore sonore ma,  se questo serve a venderne qualche pezzo in più….bene così!
Comunque, chi desidera avere un prodotto di qualità, subito pronto e credo anche efficiente ( io non l’ho provato ma dalle demo sembra buono anche se tutti gli strumenti nelle demo sembrano buoni!) lo dovrebbe comperare!

Bello anche il look e l’editor su iPad.

Complimenti Roland!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...