Il Tracker all’ennesima potenza!

Pubblicato: settembre 27, 2012 in Computer Music, Software Musicali
Tag:,

In questi giorni, ho avuto modo di testare e valutare il funzionamento di un bel software dal nome che è tutto un “programma”: Renoise.

Si tratta di un software multi piattaforma e quindi disponibile per Windows, Linux e Mac, pensato e sviluppato per la produzione e la composizione musicale.
I programma è basato su un approccio “Tracker” e nelle sue svariate e variegate possibilità, racchiude interessanti funzioni e spunti sia per i musicisti che lo utilizzano per la composizione musicale, sia per chi come me lo guarda con un occhio clinico da programmatore addetto ai lavori.


Cos’è un Tracker e quali sono le sue origini?

Il termine Tracker in genere identifica una classe di software che permettono la realizzazione di una sequenza musicale e quindi di un brano.
A differenza dei “sequencer”, essi dispongono di una proprio “generazione sonora” grazie alla quale riproduce i suoni degli strumenti serve a sequenziare musica; nella loro forma più pura permettono all’utente di impostare dei campioni sonori in base a una linea di tempo su diversi canali monofonici.
L’interfaccia di un tracker è generalmente numerica; le note vengono inserite attraverso la tastiera, mentre i parametri, gli effetti e altro vengono inseriti in esadecimale. Una musica completa è formata da diversi piccoli “pattern” multi-canale collegati assieme tramite una sorta di play list.
Uno dei primi Tracker che il sottoscritto ha visto risale al tempo in cui mi divertivo con un Amiga 500.
I Taker moderni ovviamente implementa la compatibilità VST, effetti ed algoritmi al passo con i tempi e tante altre funzioni che al tempo del vecchio Amiga 500 sembravano fantascienza.

Renoise come DAW.

Renoise ovviamente supera il concetto di Tracker ( al quale comunque è inspirato) e si pone come Digital Audio Workstation (DAW) con la quale registrare, comporre, editare , processare e renderizzare le produzioni audio.
Interessante è la sezione Lua Scripting API grazie alla quale è possibile castomizzare ed estendere l’applicazione a seconda delle proprie necessità.
Ovviamene è un lavoro da specialista ma è bello sapere che si può fare!

La versione completa è a pagamento, ma è possibile usare la demo senza troppe limitazioni.
Ad esempio la versione demo non consente di convertire i file XRNS in file WAV attraverso la funzione di rendering ad alta qualità (fino a 32bit/96Khz) e, nelle versioni Win e Mac, non consente l’utilizzo dei driver ASIO a bassa latenza ma tutto il resto sembra perfettamente funzionante.

Se vi interessa in questa pagina trovate i link da cui scaricare campioni e risorse:

http://forum.renoise.com/index.php?showtopic=3597

Qui trovate una serie di video sono molto immediati ed intuitivi.
http://www.daniravarecords.net/index.ph … oise-2421/
http://www.youtube.com/user/LearnRenoise

 

Buon divertimento.

 

 

 

 

commenti
  1. marklemon scrive:

    Interessante, lo provo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...