Musikmesse 2015

Pubblicato: aprile 20, 2015 in Computer Music, Generale, Strumenti Musicali
Tag:,

messe_frontAnche per quest’anno l’ormai consolidato appuntamento in terra germanica si è concluso.
Il sottoscritto ha partecipato come consuetudine in qualità di KETRON-MAN e come al solito è stata l’ennesima bella esperienza.

L’evento si è tenuto come al solito, presso il centro fiere di Francoforte, che pur essendo al centro della città, grazie alla viabilità studiata con criterio ed efficacia e grazie ai mezzi di trasporto (metropolitane, treni, tram) è possibile raggiungerla in modo semplice e rapido senza il pericolo di incappare nelle code interminabili o gli ingorghi giganti che in più di una occasione mi è capitato di vedere nei nostri centri fiere nazionali.

Come ovviamente i miei lettori sapranno, non mi piace parlare sulle pagine del mio blog dei prodotti su cui ho lavorato, non mi fate domande sulla nuova SD7 per intenderci, per questo genere di discussioni ci sono i canali ufficiali dell’azienda ma ho piacere nel condividere e raccontare le cose che più mi hanno incuriosito ed interessato.
L’evento ha visto da un lato la presentazione di alcune nuove ed interessanti idee nell’ambito della tecnologia, il più delle volte presentate da piccole start-up o aziende nate da poco, mentre le grandi compagnie e le storiche aziende sino ad oggi leader nel comparto degli strumenti musicali elettronici (arranger, piani digitali, strumenti musicali in genere) sembrano essere ferme ad aspettare che qualcosa succeda per ripartire e sfornare nuovi progetti e nuove idee.

IMG_1638

Korg Havian30

Fatta  eccezione per la Ketron con la sua SD7 e la KORG con l’HAVIAN 30, (che però a quanto mi è sembrato di capire che più o meno è una PA formato piano digitale), il comparto degli arranger non ha visto altre novità.

La Roland, completamente ferma al palo, la Yamaha che pur vantando una ricchissima gamma di prodotti che copre ogni fascia di prezzo, non presenta novità particolari nel settore medio alto e rimane con le sue fortunatissime tastiere serie Tyros.
Quello che mi ha colpito, girando tra i banchi delle loro esposizione è l’integrazione intelligente che hanno saputo fare tra l’hardware ( piani digitali e tastiere) ed il mondo software delle app e tablet.

IMG_6530

Piano Yamaha con la sua app di controllo

 

Praticamente per i prodotti di questa marca nipponica,  c’è un’app dedicata per fare quasi tutto; editare i suoni, visualizzare le impostazioni o magari controllare in maniera più comoda lo strumento come nel caso del piano in foto che non essendo provvisto di display, una volta abbinato ad un tablet è possibile controllarlo direttamente dalla bellissima interfaccia grafica della sua app dedicata.

IMG_6529

 

pitchmapIl comparto Software ha visto le grandi case riproporre più o meno quello che già avevano presentato negli anni passati mentre le piccole ( quelle che a volte nei loro minuscoli booth proponevano delle cose interessantissime) sono state poco presenti e comunque non hanno particolarmente attirato la mia attenzione fatta eccezione per la zynaptiq  che ha presentato un bellissimo plug-in per il trattamento dell’audio ( anche polifonico ) denominato PITCHMAP.

 

Un capitolo a parte va dedicato alla ROLI.

roli1Quest’azienda, start-up inglese, cresce a vista d’occhio e quest’anno si presentava al MusikMesse con uno stand ed un team di ragazzi giovani e dinamici che la dice già lunga sulla composizione di questa nuova promessa dell’elettronica musicale.
Di Roli ne avevo parlato in tempi non sospetti in questo articolo, ma oggi l’azienda è cresciuta e si sta strutturando per realizzare strumenti musicali sempre più interessanti.
Già dalle demo condotte dal Jordan Rudess e dall’italianissimo Marco Parisi, si capisce che oltre a quella strana tastiera nera tutta “gomma e distintivo” c’è qualcosa di più.
La tastiera controlla un sistema di generazione sonora estremamente avanzato e potente che se equipaggiato con suoni all’altezza della situazione ( ho visto i ragazzi della swam essere in buona confidenza con il team ROLI ….) crea sonorità ed armonie veramente interessanti.

Ultima chicca…..
Se andate a vedere sul sito ROLI, troverete una serie di offerte di lavoro.
Dalle richieste si intuisce la direzione che probabilmente vogliono intraprendere per i prossimi anni.
Non mi stupirei quindi se al prossimo evento presentassero delle tastiere (o delle superfici di controllo) provviste di qualche generazione sonora o di qualche sistema “fuori” dagli schemi ed estremamente interessante.

IMG_1639

Dalla parte opposta della “veduta “ futuristica c’è invece sempre più fermento nel vintage puro o riproposto come ormai abbiamo visto per esempio da casa Korg .
Booth affollatissimi di giovani e “meno giovani” ad ammirare i Vintages rinati, quali Odyssey in veste chiaro /scuro .

odissey

o di altri Brand name meno conosciuti quali Erica Synth :
Prodotti interessanti con un “suono” davvero di tutto rispetto !

enrica

Erica Synth

Questo solo per citarne alcuni oltre ai modulari stile “matrix” di cui abbiamo gia’ visto anche delle aziende nazionali “tuffarsi” in questo mercato riscoperto.

Una bella panoramica ci e’ stata offerta da Yamaha che proponendo miriadi di Digital Pianos in tutte le “vesti” e i suoi Motif XF “white” ci ha riportati commemorando i suoi 40 anni di MILESTONES nel passato più glorioso:
Ecco, seppur non avendo Vintage di nuova generazione, cosa ci ha deliziato al MusikMesse 2015:

dx1

Yamaha DX1

Yamaha Dx5

Yamaha Dx5

dxx

il messaggio sugli strumenti parlava chiaro::
PLEASE!!! Guardare e non toccare !!

La Nord Lead ha presentato il nuovo Nord Electro 5, si tratta di un synth rivisto completamente nel motore sonoro interno e nel display.

nord

Nord Electro 5

Francamente non sono un grande conoscitore di queste tastiere “rosse” ma devo dire che in effetti l’ultima nata sembra suonare bene, i suoni sono corposi, gli acuti cristallini; insomma un bel look ed un bel sound!

Allo stand Casio si poteva provare ed ammirare il nuovo piano elettrico Px-160.
Bella linea, suono niente  male e anche se non conosco di preciso il prezzo, credo che sia estremamente contenuto.

IMG_1619

Casio Px-160

 

jamLead

MM49 JamLead

Allo stand Orla, oltre alle novità presentate dal marchio marchigiano (un nuovo piano, una nuova tastiera che francamene ricorda molto i modelli cinesi viste in altri stand della fiera) incontriamo anche la MM49, piccola start-up italiana che insieme alla Orla aveva già presentato negli scorsi anni il JamKey, un controller doppio manuale interamente programmabile.
Quest’anno la piccola azienda marchigiana ha presentato una nuova versione del controller fornito di tastiera Hammer Action ed un nuovo espander, il JamLead, appositamente pensato per un uso live ed in particolare per i tastieristi.

 

Girando tra i vari stand mi sono imbattuto anche in un’azienda che ripropone il primo campionatore della storia della musica: il Mellotron! Oltre a realizzarne e a venderne di nuovi ( l’azienda ne produce una nuova versione) il titolare smontava e rimontava un Mellotron originale per far vedere com’era fatto in origine.

IMG_1511

Ultima curiosità:

La chitarra Gibson collegata al video game con la quale si dovevano uccidere gli alieni a colpi di pennate!

IMG_1434
Fantastica, la voglio!

 

Si ringrazia gli amici, Riccardo Gerbi, Marcello Colò e Pierluigi Vasapolli per le dritte e per alcune delle foto che vedete in questo articolo.

 

Aggiungo qualche foto scattata qua e la.

Eccomi in un momento di grande impegno creativo.

Eccomi in un momento di grande impegno creativo.

Alcuni dei simpatici compagni di viaggio!

Alcuni dei simpatici compagni di viaggio!

IMG_6528

Utenti Ketron alla prova strumenti.

 

IMG_6504

La corsia della ROLI durante una demo

commenti
  1. Renatus scrive:

    Ciao Giorgio. Ho letteralmente”divorato” il tuo articolo. La tua testimonianza diretta è ricca di dettagli preziosi. Grazie per averli condivisi.

  2. Luca Piazza scrive:

    Come esserci senza esserci!! Grazie Giorgio!!

  3. Riccardo Gerbi scrive:

    Grazie a te Giorgio, per l’amicizia è la pazienza dimostrata in questi anni di fiera tedesca…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...